Tutti i vincitori del 2014

bellanda_leonarduzzi.jpg
IL centro nevralgico della manifestazione sono state le finali nazionali del contest MArteLive: centinaia di artisti seleziona in tutta Italia tra oltre 2000 iscrizioni. Ogni sezione ha già il suo vincitore assoluto ma nei prossimi giorni saranno annunciati i vincitori di tutti i premi speciali assegnati dai partner e mediapartner a testimonianza del fatto che MArteLive è una grande rete e un grande laboratorio che da opportunità di crescita e visibilità a tanti artisti e non solo ai suoi vincitori assoluti.

A dicembre è previsto il MArteAwards, l’ VIII edizione del premio italiano per l’innovazione artistica dove saranno premiati tutti i vincitori di MArteLive (assoluti e premi speciali) e le personalità artistiche e addetti ai lavori che nel corso dell’ultimo anno si sono distinti per il loro contributo innovativo portato al mondo dell’arte e della cultura in Italia.

L’intensità artistica dei finalisti dei contest artistici è stata la linfa vitale dei sei giorni di BiennaleMArteLive, il cuore pulsante della manifestazione perché in essi vi è il futuro dell’arte e della cultura in Italia.

Di seguito i vincitori assoluti di questa edizione che vede per la sezione musica il cuneese Daniele Sciolla con il suo sound di impronta elettronica; anche la sezione videoclip premia un piemontese ed è Mauro Talamonti con il suo video “Millecolori”, già finalista al PIVI.

Per la danza vince la friulana Compagnia Bellanda, nata dall’unione di tre breakers, ha conquistato il primo premio per la migliore coreografia a Cortoindanza e a Milano danza Expo.

L’Umbria è stata protagonista della sezione pittura che vede la vittoria del giovanissimo Lorenzo Fasi, talentuoso studente dell’Accademia delle belle arti di Venezia.

La Toscana vede vincere nella sezione Moda la stilista Irene Silvestri con il suo progetto White Mouths costituito da una serie di capi modulari e scomponibili.

Per la sezione dj il vincitore è il pugliese Claudio “Sdrumità” Mazzarago, presentando un live set in cui la musica suonata, pad e batteria elettronica caratterizzano la sua performance anticonvenzionale.

Per la sezione Fotografia PP+C Creative Studio (Daniele Salvatori-Michele Candidi) vincono con le loro immagini strumento di indagine introspettiva attraverso cui la realtà si modella secondo precisi canoni concettuali ed estetici.

Anche la Sicilia ha un suo vincitore nella sezione grafica ed è Alessandro Ribaldo con le sue intriganti illustrazioni.

Infine il Lazio che colleziona diversi vincitori in più sezioni artistiche. Per teatro vince la Compagnia Cortocircuito, con spettacolo “Confessioni di un burattinaio senza fili” di Luca Gaeta e Salvatore Rancatore, per arte circense il romano Andrea Corridoni con il suo spettacolo sognante di bolle eteree. Per la sezione letteratura è ancora un romano, Valerio Callieri, con il suo racconto “L’Ospite”.

Marco Tsang, originario di honk hong, in arte Miyagi vince la sezione Vj distinguendosi per le sue composizioni grafiche e il suo modo trasgressivo di interpretare l’arte.Anche la Street Art ha il suo vincitore ed è il romano Studiopolpo che propone la sua arte con tempere e spry. Per la sezione cinema sono vari i riconoscimenti: il pubblico premia Adriano Valerio con il cortometraggio 37°4S, già pluripremiato sia a Cannes che con in David di Donatello.

L’artista Michela Venditti, con il progetto Mok, basato su un’idea di riutilizzo dei materiali non riciclabili all’insegna dell’ecofashon, si classifica prima nella sezione artigianato.

  • Visite: 2120

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare l’esperienza di navigazione e per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie Leggi l'informativa.